Menu' di navigazione

24 feb 2009

Grande fratello: "Nani" di mente

La giuria del grande fratello ha deciso di far uscire dalla casa una biondina perchè ha lanciato un bicchiere contro un altro concorrente. Pensavamo bastasse questo discorso sui nani.......
Evidentemente per qualcuno la grandezza di un uomo si misura con la sua altezza.


17 feb 2009

Collocamento obbligatorio: vero fallimento

Il collocamento obbligatorio non funziona. A denunciare il fallimento è una ricerca telefonica. condotta da "Isfol Plus". Solo il 13% delle persone disabili intervistate ha trovato un'occupazione attraverso i centri provinciali per l'impiego. La maggior parte ha trovato lavoro attraverso parenti, amici e conoscenti o grazie ai concorsi pubblici. Dopo dieci anni dalla legge per il diritto al lavoro delle persone disabili (la n.68/99), i centri per l'impiego, per cui passa il collocamento, hanno servizi carenti o strumenti inadeguati e dove manca un ruolo forte delle reti di sostegno che accompagnano l'inserimento lavorativo delle persone disabili - siano esse cooperative sociali o agenzie per il lavoro - i disabili faticano a trovare un'occupazione.

05 feb 2009

Il cardinal Bagnasco ed Eluana Englaro

Riporto la farse del cardinal Bagnasco cosi come l'ho letta su questo indirizzo>>

"Il presidente della Cei, il cardinale Angelo Bagnasco ha definito la vicenda di Eluana “un momento molto grave, molto triste della storia del nostro amato paese”. “Siamo molto preoccupati – ha detto ai microfoni di Sat2000 - perché una deriva eutanasica di questo tipo, se arriverà a dolorosa conclusione, sarà una grave ferita nella nostra cultura che è, da sempre, una cultura di promozione, custodia, difesa della vita in tutte le sue forme, soprattutto in quelle più fragili come ha ricordato il nostro Papa. Il grado di civiltà di un popolo, di una cultura – ha concluso Bagnasco - è segnato, in primo luogo, dalla capacità di rispettare ed accogliere, nel modo più bello, più responsabile, la vita quando è fragile. Dall’inizio del concepimento fino al suo naturale tramonto”.


Non voglio entrare nella tragedia della famiglia Englaro alla quale va tutto il mio rispetto ma vorrei soffermarmi su questo prete ed alle cose che dice.

1. Lo stato del Vaticano è uno stato estero rispetto all'Italia e non capisco perchè l'autodeterminazione dei popoli non venga rispettata
2. Alla Tv ci si ostina a parlar male dei mussulmani perchè secondo i giornalisti ed alcuni politici, intendono imporre le loro regole; ma io che non sono cattolico perchè devo trovarmi davanti ad una legge voluta dalla chiesa cattolica?
3. La libertà di ciascun individuo nel scegliere le cure è sancita dalla nostra costituzione
4. Come fa a parlare chi per scelta non ha una famiglia e quindi dei figli?
6. La chiesa si imbarazza davanti al Gay pride, sarà forse invidia perchè hanno la gonna più bella della loro? perchè davanti ad un travestito siamo dubbiosi delle sue affermazioni e davanti ad un uomo in gonna che fa discorsi religiosi no? Allora ha ragione il mago Otelma?
7. Quando guardiamo la Tv e ci mostrano i mullah o i komeini di turno ridiamo del loro fondamentalismo religioso, e quello portato avanti dalla chiesa nel nostro paese? 107 euro di canone Rai (obbligatorio) per ascoltare Vespa e vedere il papa in tv tre volte al giorno!!! Il rispetto per gli altri?
8. L'eutanasia richiama la teoria "della morte come cura"di hitleriana memoria e questo è fuorviante rispetto alla libera scelta di un individuo nell'accettare le cure. La storia ci racconta di come la chiesa da sempre giochi sulle parole e sulla ignoranza della gente.
9. Quanti preti e quante suore sono disabili e costrette in una situazione simile? Mi si parla di fede, benissimo, ad ognuno la sua! Chi paga le cure dei malati e degli avvocati che servono per veder riconosciuto un diritto? la chiesa?
10. Come ultima cosa, sto leggendo che molte persone si stanno recando a presentare esposti: quando ci andate pensate anche solo per un secondo di trovarvi nei panni di questa famiglia....

e siccome oggi sono parecchio incavolato faccio anche una profezia:

Quello che noi oggi chiamiamo testamento biologico significa che ciascuno di noi può lasciare scritte le sue volontà mentre quello che verrà approvato sarà un pacchetto di leggi che regoleranno le scelte possibili da quelle proibite. La differenza legalmente parlando è notevole: nel primo caso scelgo nel secondo devo attenermi alla legge.
Guarda caso la chiesa è in favore di una legge e non di un testamento!!!

04 feb 2009

Cellule staminali

L'autotrapianto di staminali del midollo osseo migliora i sintomi della sclerosi multipla (Sm). E in alcuni casi la malattia neurologica addirittura regredisce. Questi gli incoraggianti risultati di un piccolo studio su 21 malati di Sm remittente, condotto dalla Northwestern University School of Medicine di Chicago e pubblicato su Lancet Neurology. "Tutti i pazienti - affermano i neurologi - a tre anni dall'autotrapianto di staminali hanno visto migliorate le proprie condizioni. Di questi l'81% ha beneficiato di evidenti progressi misurati dalla scala di disabilità".
L'esperimento effettuato ha previsto il prelievo delle staminali del midollo, destinate al congelamento. Non prima però di averle trattate con farmaci per rimuovere i linfociti del sistema immunitario che, impazziti, attaccano le fibre nervose determinando la Sm. A processo terminato è avvenuto il trapianto delle staminali che, a quel punto, si sono rivelate pronte per dar vita a un nuovo sistema immunitario 'corretto'. Il fattore tempo, sottolineano i neurologi, sembra essere cruciale per l'efficacia delle staminali, perché "se si interviene precocemente si sfrutta la capacità di autoripararsi dell'organismo che, a lungo andare, si perde". In ogni caso gli scienziati avvertono che "non si tratta di una cura definitiva per la sclerosi multipla".

01 feb 2009

La Sla e le associazioni di volontariato

Oggi abbiamo pensato di parlarvi di una associazione che si occupa della assistenza ai malati di SLA. Bisogna sapere che questa malattia in breve tempo costringe le persone alla totale paralisi del proprio corpo lasciando intatta e lucida la mente. Non esistono cure e spesso questi malati sono ridotti a frequenti trasporti in ospedale, tra terapie intensive e reparti di degenza quasi sempre inadeguati per questa patologia. La sclerosi laterale amiotrofica è una malattia che colpisce un famigliare ma coinvolge tutta la famiglia. Avere in casa una persona totalmente paralizzata che comunica con il solo sguardo e con un bisgno continuativo di assistenza è un grave problema. Lo stato, come al solito oltre alle belle parole non fa null o quasi e le persone si ritrovano sole davanti a questo mostro che in poco tempo strappa l'anima di chi lo incontra.
In Italia esistono numerose associazioni di volontari e famigliari che cercano di creare una rete informativa e di assistenza. una di queste è, Viva la Vita, una Onlus che riunisce malati e familiari colpiti da questa terribile malattia ed è costituita da un gruppo di lavoro impegnato ed attivo nel miglioramento dell'assistenza domiciliare, nelle attività di formazione e informazione sulla SLA.
Fornisce una assistenza domiciliare organizzata all'interno di un percorso coordinato in grado di offrre alla persona affetta da SLA interventi ospedalieri dedicati e professionalmente validi, che costituisce la base su cui costruire la possibilità di restituire dignità al malato e di offrirgli una qualità della vita adeguata alle proprie aspettative.
La persona affetta da SLA è, per l'Associazione Viva la Vita, il centro e il cardine attorno a cui ruotano tutti gli interventi, dalla diagnosi in poi.

Vai al sito dell'associazione >>